Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento

Come da P.T.O.F. approvato dal Collegio dei Docenti in data 17 dicembre 2021 

3.7 PCTO (percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento)

Finalità. I PCTO offrono a tutti gli studenti l’opportunità di apprendere mediante una esperienza didattica in ambienti lavorativi reali, permettendo di collegare sistematicamente la formazione in aula con l’esperienza pratica, avvicinando così la formazione alle competenze e ai requisiti professionali richiesti dalla realtà economico-produttiva del territorio.

Inoltre creano nello studente un naturale processo di orientamento all’attività lavorativa futura o alla individuazione dei successivi percorsi formativi di specializzazione.

Questa metodologia didattica garantisce anche un più rapido inserimento delle nuove generazioni nel mondo del lavoro, agevolando nel contempo le imprese nell’individuazione di risorse con competenze già formate e già abituate a relazionarsi con una realtà aziendale.

  I PCTO sono dei criteri metodologici fondamentali che possono essere rappresentati da tre momenti di apprendimento: aula, laboratorio interno, laboratorio esterno.

I PCTO:

  1. sollecitano l'insieme delle capacità intellettive degli allievi (cognitive, pratiche, sociali, effettivo relazionali, riflessive);
  2. permettono agli studenti di imparare con gradualità, di affrontare durante lo stage compiti e problemi significativi utilizzando i saperi (teorici e pratici) acquisiti, padroneggiando personalmente le conoscenze, abilità e competenze acquisite nel percorso scolastico;
  3. consentono allo studente di intraprendere un percorso che può far emergere e valorizzare le vocazioni personali, gli interessi, gli stili di apprendimento individuale e i propri caratteri professionali, esempio la serietà e l'impegno con i quali affronta il compito assegnato;
  4. sono esperienze educative e formative in quanto consentono allo studente di:
  5. a) attualizzare e valorizzare tutte sue le potenzialità,
  6. b) di imparare attraverso l'esperienza di lavoro;
  7. sono il risultato della progettazione dell'intero consiglio di classe in termini di gestione e valutazione dell'esperienza dello stage aziendale;
  8. arricchiscono la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro;
  9. permettono di realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche con il mondo del lavoro e la società civile;
  10. consentono di correlare l’offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.

Durata. L'Istituto, per ottemperare alle richieste della legge di riforma (L. 107/2015)  che introduce l’obbligo di alternanza scuola-lavoro (ASL) per tutti gli alunni dell’ultimo triennio, di tutti gli indirizzi delle scuole secondarie di secondo grado, e la legge di bilancio del 30 dicembre 2018 che introduce i Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO) in sostituzione all’ASL, si avvale di un stretto contatto con le aziende del territorio e dell'esperienza maturata in trent'anni di organizzazione degli stage aziendali.

L’attività di PCTO viene realizzata concordemente alla normativa in vigore e dalle successive linee guida (L. 2003/53; D.L. 77/2005; DD.PP.RR. 87,88 e 89 del 15 marzo 2010; L. 107/2015) e la nuova esperienza formativa prevista dalla Legge di bilancio del 30 dicembre 2018 sarà vissuta a cominciare dalle classi terze o dalle classi seconde dell’istituto per gli indirizzi professionali agrario e socio-sanitario con la seguente scansione:

1) La durata minima è di 210 ore nel percorso triennale, è inoltre previsto per ciascun anno un modulo preparatorio, lo stage vero e proprio e un momento conclusivo di elaborazione e relazione delle attività svolte in stage. L’istituto con delibera n°13 del collegio docenti del 02/09/2019 ha esteso la durata minima dei PCTO a 300 ore per favorire una migliore integrazione tra competenze scolastiche maturate in classe e quelle maturate in ambiente non formale.

2) terzo anno (110h): stage di conoscenza del contesto, affiancamento ed assistenza ad adulti esperti; 80 ore in azienda, 30 ore in aula (modulo di sicurezza 12 ore, 18 ore preparazione e conclusione dell’attività di PCTO.  comprese verifiche finali).

* Possono essere previste nel modulo di preparazione uscite didattiche o incontri con esperti

3) quarto anno (110h): realizzazione di compiti semplici e complessi in autonomia; 80 ore in azienda, 30 ore in aula (modulo di sicurezza 12 ore, 18 ore preparazione e conclusione dell’attività di PCTO.  compresa verifica finale) Possono essere previste nel modulo di preparazione uscite didattiche o incontri con esperti

4) quinto anno (80 h): realizzazione di compiti in autonomia con un momento valutativo attraverso un project work o prova capolavoro. 60 ore in azienda, 20 ore in aula (modulo di sicurezza 6 ore, 12* ore preparazione e conclusione dell’attività di PCTO compresa prova esperta)

* Possono essere previste nel modulo di preparazione uscite didattiche o incontri con esperti.

L’attività di PCTO sarà vissuta a cominciare dalle classi terze dell’istituto per l’indirizzo tecnico con la seguente scansione:

5) La durata minima è di 150 ore nel percorso triennale articolato su due anni, è inoltre previsto per ciascun anno un modulo preparatorio, lo stage vero e proprio e un momento conclusivo di elaborazione e relazione delle attività svolte in stage.

6) terzo o quarto anno (70h): stage di conoscenza del contesto, affiancamento ed assistenza ad adulti esperti; 40 ore in azienda, 30 ore in aula (modulo di sicurezza 12 ore, 18* ore preparazione e conclusione dell’attività di PCTO.  comprese verifiche finali).      

* Possono essere previste nel modulo di preparazione uscite didattiche o incontri con esperti

7) quarto o quinto anno (80h): realizzazione di compiti semplici e complessi in autonomia; 50 ore in azienda, 30 ore in aula (modulo di sicurezza 12 ore, 18* ore preparazione e conclusione dell’attività di PCTO compresa prova) * Possono essere previste nel modulo di preparazione uscite didattiche o incontri con esperti

* Possono essere previste nel modulo di preparazione uscite didattiche o incontri con esperti

Metodologia.

I dipartimenti di materia individuano le macro aree conoscitive e le relative competenze da realizzare durante i PCTO.

La progettazione per ogni classe avviene in sede di consiglio di classe che definisce i tempi e i contenuti del progetto didattico (UDA PCTO), e stabilisce unitariamente quali conoscenze/competenze vengono acquisite con il metodo diretto, sia a scuola che in azienda, e quelle da acquisire con il metodo indiretto in cui l'attività pratica serve per formulare le conoscenze/competenze teoriche; alla fine si giunge alla valutazione dei PCTO attraverso una prova, il cui risultato viene inserito nelle diverse discipline.

Per garantire una continuità tra l’attività di formazione compiuta a scuola e quella svolta in azienda, vengono designati un tutor didattico, generalmente un docente di indirizzo, che offre assistenza agli studenti e verifica il corretto svolgimento del percorso di stage, e un tutor aziendale, che favorisce l’inserimento dello studente in azienda e collabora con la scuola per permettere la verifica delle attività.

Attività che rientrano nei PCTO

  1. Moduli preparatori lo stage
  2. Visite aziendali
  3. Stage orientativo
  4. Stage esecutivo
  5. Stage all'estero
  6. Project work
  7. Commessa esterna
  8. Autocommessa nell’ambito dei laboratori dell’istituto e dell'azienda didattica annessa
  9. Partecipazione e realizzazione di Fiere e manifestazioni
  10. Attività di restituzione dei risultati del projetwork con confronto e riprogettazione della successiva attività
  11. Modulo conclusivo per la predisposizione del project work / capolavoro (relazione e/o elaborato multimediale) per l’esame di stato orale.

 

 

Pubblicata da CECILIA MELON