Azienda di istituto (P.T.O.F. 2022-2025)

Gli spazi e le strutture esterne all’edificio per le attività pratiche di indirizzo, distinti per sede, sono

BUTTAPIETRA

  • azienda didattica di 50 ettari, di cui 35 adibiti a coltivazioni in biologico e 15 in convenzionale; le coltivazioni, scelte secondo criteri tecnico-agronomici e didattici, comprendono molteplici specie erbacee (frumento tenero, frumento duro, segale, farro, spelta, orzo, avena, sorgo, mais, girasole, colza) ed arboree (4 ettari a vigneto 2 ha a frutteto) tra cui alcune antiche specie di frutta (melo e pero), ulivi (campo varietale) e vigneto sperimentale (campo varietale)
  • 1 serra calda: coltivazione di diverse specie floricole
  • 4 serre fredde: coltivazione di specie orticole, fragola fuori suolo.
  • campo didattico: coltivazioni di specie arbustive che forniscono nutrimento alle api
  • parco didattico: composto da un duecento di piante di settanta specie diverse; tutte le specie sono coltivate con il metodo dell’agricoltura integrata e della agricoltura biologica.
  • apiario: comprende attualmente sette famiglie di api, da cui si ricavano circa 100 kg di miele con ottime qualità ̀ organolettiche, propoli e cera.

CALDIERO

  • una serra calda;
  • un magazzino con struttura leggera per ricovero attrezzi, stoccaggio contenitori e substrati per le attività di semina e taleaggio;
  • un campo didattico per esercitazioni su seminativi e orticole;
  • un filare a piccoli frutti;
  • un vigneto messo a dimora nel 2018 costituito da una collezione di varietà resistenti;
  • un oliveto in produzione;
  • un frutteto didattico misto (melo, pero, pesco e ciliegio);
  • un boschetto misto recintato da adibire ad allevamento di ovaiole;
  • un prato stabile con porte da calcio e un prato stabile con rete da pallavolo per le attività motorie.

ISOLA DELLA SCALA

  • Presso la sede è presente una serra calda di circa 300 mq con bancali mobili e una serra fredda di circa 125 mq. La serra interna è composta da due settori (di cui uno ha il riscaldamento a terra) ed è dotata di sensori utili al controllo dell’umidità, dell’ombreggio, e della temperatura. All’interno della serra si effettua un ciclo lungo di sei mesi, un ciclo primaverile di tre mesi per le piante da balcone, un ciclo breve di un mese per le orticole destinate alla vendita e un ciclo intermedio tra la fine di estate ed inizio autunno per la coltivazione di ciclamini e viole. Presso la serra sono sempre presenti piante da appartamento e piante utilizzate nelle fiere. Nella serra esterna sono messi a dimora taleaggi di piante perenni come rose, ortensie, nandina domestica)
  • Dall’anno scolastico 2021 - 2022, una parte della serra calda è stata adibita a luogo di coltivazione di fragole con metodo del fuorisuolo e luci a led, il tutto collegato ad uno specifico impianto di diffusione di concimi, nell’ottica di un impatto ridotto sul consumo delle materie prime.
  • Accanto alla serra è presente un’area dedicata ad orto (per attività pratica della semina, del trapianto e della raccolta), delle aree dedicate ad aiole e un piccolo frutteto (per attività pratica di potatura).
  • Campo sperimentale. Presso la località “Giarella” è presente un campo didattico varietale nel quale gli studenti hanno la possibilità di mettere in pratica quanto appreso attraverso la costruzione delle parcelle, la semina di varietà di cereali autunno/vernini, effettuazione dei rilievi in corso d'anno nelle fasi di accestimento, spigatura e maturazione, e analisi dello sviluppo e osservazione dello stato sanitario delle colture.

 SAN PIERO IN CARIANO

Strutture per le attività pratiche d’indirizzo: serra calda, serra fredda, campo didattico, oliveto in parte proprietà dell’Istituto, in parte di proprietà del comune di S. Pietro in Cariano e gestito dagli studenti della scuola come attività di PCTO.

  • Vigneto: si estende su una superficie di circa 4.200 mq con la presenza di viti da vino allevate a Guyot e Pergola Veronese. Vitigni presenti Corvina, Corvinone, Molinara, Rondinella e Oseleta (varietà autoctona). Gli studenti possono osservare le varie fasi fenologiche e applicare le tecniche di gestione che prevedono: potatura, gestione del suolo, concimazione, irrigazione, monitoraggio e difesa integrata. 
  • Cantina: si estende su una superficie di 140 mq. circa. Conta le seguenti attrezzature: 14 semprepieni di diverse capacità, 1 serbatoio in acciaio, 2 vinificatori, 2 barili in rovere, 1 cella frigo, 1 pigiadiraspatrice, 1 pressa a polmone, 1 filtro a cartoni, 1 tappatrice semiautomatica.

VILLAFRANCA

  • Serre calda e fredda - tunnel per piante orticole biologiche.
  • vigneto e coltivazioni arboree: piante da frutto: melo, pero, pesco, actinidia, ciliegio, albicocco, susino, vite, agrumi in vaso, piante orticole, officinali, siepi alloctone e autoctone, ornamentali, rose, arbusti e bulbose.
  • La sede dispone di un piccolo allevamento di api (4 arnie) e della strumentazione per la smielatura, piccolo allevamento di lumache e di animali di bassa corte.
  • giardino ornamentale -Inaugurato nel 2017, il giardino ornamentale di 1500 mq è composto da diverse zone: zona delle bulbose (tulipani, narcisi, giacinti), zona degli arbusti, zona delle rose (con 35 diverse varietà), siepe autoctona ed alloctona, zona delle piante forestali micorrizate e zona delle piante officinali (rosmarino, lavanda, salvia, menta, borragine, erba cipollina, melissa, origano, etc.); il giardino è utilizzato per il percorso Natura DOCET. Quest’area prepara gli studenti a diventare “guide di un percorso botanico-ambientale”.
  • L’azienda offre agli studenti esercitazioni presso - il Frutteto - Si estende su una superficie di circa 2 ettari con la presenza di sette specie da frutto: melo, pero, ciliegio, albicocco, susino, pesco e actinidia. Le coltivazioni, scelte secondo criteri tecnico-agronomici e didattici, comprendono le più importanti varietà richieste dal consumatore. Gli studenti seguono tutte le fasi d’impianto (scelta della specie-varietà e della forma di allevamento), le tecniche di gestione (potatura, gestione del suolo, concimazione, irrigazione e trattamenti fitosanitari) ed osservano le diverse fasi fenologiche - Vigneto - si estende su una superficie di circa 2800 mq con la presenza di viti da vino allevate a Guyot, Cordone Speronato e Pergola Veronese. Vitigni presenti per le uve rosse (Corvina e Rondinella), vitigni per le uve bianche (Trebbiano e Garganega). Nei due filari di vite allevate a Pergola Veronese abbiamo la presenza di 30 varietà di vitigni antichi e alcune varietà resistenti.  Gli studenti seguono tutte le fasi della coltivazione di in vigneto: dall’impianto (scelta della portinnesto/varietà e della forma di allevamento), alle tecniche di gestione (potatura, gestione del suolo, concimazione, irrigazione e trattamenti fitosanitari) e possono osservare le diverse fasi fenologiche della vite.

Pubblicata da CECILIA MELON