Istituto di Istruzione Superiore
STEFANI • BENTEGODI
Logo Repubblica Italiana
Buttapietra Caldiero Isola della Scala San Pietro in Cariano Villafranca
Mattarella Ragazzi siate fieri dellesempio di Falcone e Borsellino e ricordatelo sempre

Mattarella: «Ragazzi, siate fieri dell'esempio di Falcone e Borsellino e ricordatelo sempre»

Messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ai giovani delle scuole coinvolti nel progetto “La nave della legalità”, nel 28° anniversario della strage di Capaci  «A ventotto anni dalla strage di Capaci invio un saluto caloroso a tutti i giovani delle scuole coinvolti nel progetto “La nave della legalità”, che ricorda Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. E, con loro, Francesca Morvillo e gli agenti Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Rocco Dicillo, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Antonio Montinaro, Vito Schifani e Claudio Traina. I due attentati di quel 1992 segnarono il punto più alto della sfida della mafia nei confronti dello Stato e colpirono magistrati di grande prestigio e professionalità che, con coraggio e con determinazione, le avevano inferto durissimi colpi, svelandone organizzazione, legami, attività illecite. I mafiosi, nel progettare l’assassinio dei due magistrati, non avevano previsto un aspetto decisivo: quel che avrebbe provocato nella società. Nella loro mentalità criminale, non avevano previsto che l’insegnamento di Falcone e di Borsellino, il loro esempio, i valori da loro manifestati, sarebbero sopravvissuti, rafforzandosi, oltre la loro morte: diffondendosi, trasmettendo aspirazione di libertà dal crimine, radicandosi nella coscienza e nell’affetto delle tante persone oneste. La mafia si è sempre nutrita di complicità e di paura, prosperando nell’ombra. Le figure di Falcone e Borsellino, come di tanti altri servitori dello Stato caduti nella lotta al crimine organizzato, hanno fatto crescere nella società il senso del dovere e dell’impegno per contrastare la mafia e per far luce sulle sue tenebre, infondendo coraggio, suscitando rigetto e indignazione, provocando volontà di giustizia e di legalità. I giovani sono stati tra i primi a comprendere il senso del sacrificio di Falcone e di Borsellino, e ne sono divenuti i depositari, in qualche modo anche gli eredi. Dal 1992, anno dopo anno, nuove generazioni di giovani si avvicinano a queste figure esemplari e si appassionano alla loro opera e alla dedizione alla giustizia che hanno manifestato.  Cari ragazzi, il significato della vostra partecipazione, in questa giornata, è il passaggio a voi del loro testimone. Siate fieri del loro esempio e ricordatelo sempre».    Roma, 23/05/2020   Sul canale Youtube dell'Istituto è caricato un video realizzato per il XXV anniversario della morte di Falcone e Borsellino, da una classe quarta dell'IC Anzio III. https://youtu.be/Pf8tZepxb-s 

CHIUSURA DELLA SCUOLA FINO AL 14 GIUGNO

CHIUSURA DELLA SCUOLA FINO AL 14 GIUGNO

Il DPCM 17/05/2020 dispone la sospensione della didattica in presenza fino al 14 giugno 2020. Gli uffici rimangono chiusi al pubblico e svolgono attività come da piano predisposto. Per ogni richiesta inviare una mail all'indirizzo vris01200t@istruzione.it oppure telefonare al numero della sede centrale 045 7300252 la mattina dalle 10 alle 12. E' possibile acquistare fiori presso le serre delle sedi nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8.30 alle 12.00 rispettando le indicazioni sanitarie

Verso lesame di Stato lezioni e incontri sullattualit per le classi 5  Venerd 29 maggio ore 16  QUINTA LEZIONE Leconomia al tempo della pandemia

Verso l’esame di Stato: lezioni e incontri sull’attualità per le classi 5^ - Venerdì 29 maggio ore 16 QUINTA LEZIONE L'economia al tempo della pandemia

IN preparazione all'esame di Stato la scuola propone agli studenti delle classi 5^ un ciclo di videolezioni strettamente legate all'attualità.   15 maggio 2020, ore 16 – La mafia negli ultimi vent’anni – Prof. G. Licciardi, IIS Stefani Bentegodi 20 maggio 2020, ore 18 – La cittadinanza europea e la Brexit – a cura di Europe Direct Information Center, Provincia di Verona 22 maggio 2020, ore 16 – Le prospettive dell’agricoltura a seguito dell’emergenza sanitaria – Gaetano Mirandola, az. “Mulino Rosso”, docente ITI 26 maggio 2020, ore 16 - Tre analisi tra letteratura e cinema: Fenoglio, Cassola, Bassani – prof. C. Gaiardoni, IIS Stefani Bentegodi 29 maggio 2020, ore 16 – L'economia al tempo della pandemia -  prof. Domenico Rossignoli, ricercatore del Dipartimento di Economia internazionale, delle istituzioni e dello sviluppo (DISEIS) presso l’Università Cattolica di Milano.  4 giugno 2020 ore 12 – La maturità ai tempi del coronavirus – Incontro col Dirigente scolastico F. Rossignoli Il link per partecipare sarà comunicato attraverso il registro elettronico


LE ORDINANZE MINISTERIALI SULLA VALUTAZIONE FINALE E SULLESAME DI STATO

LE ORDINANZE MINISTERIALI SULLA VALUTAZIONE FINALE E SULL'ESAME DI STATO

In allegato le Ordinanze sulla Valutazione finale e sull'Esame di Stato.   Si legga anche la circolare n. 107 del DS - Domande e risposte sulla valutazione di fine anno  https://www.stefanibentegodi.edu.it/pvw/app/VRII0010/pvw_sito.php?sede_codice=VRII0010&page=2358426

E DELLO STEFANI BENTEGODI IL PI GIOVANE APICOLTORE VERONESE  SERVIZIO DI TELE ARENA

E' DELLO STEFANI BENTEGODI IL PIÙ' GIOVANE APICOLTORE VERONESE - SERVIZIO DI TELE ARENA

Servizio di Telearena su Matteo Mileto 1BT - IIS Stefani-Bentegodi. GRANDE MATTEO! VEDI SUL NOSTRO CANALE YOUTUBE https://www.youtube.com/watch?v=3dLj7QYyrjo 

VENDITA PIANTE E FIORI  SERRE DELLISTITUTO

VENDITA PIANTE E FIORI - SERRE DELL'ISTITUTO

DAL 15 APRILE 2020 È APERTA LA VENDITA DI PIANTE E FIORI   ORARI: LUNEDI’ – MERCOLEDI’– VENERDI’ DALLE 08:30 ALLE 12:00   • AVVISO ALLA CLIENTELA: IN BASE AL DCPM DEL 10 APRILE 2020 SI INFORMANO I SIGNORI CLIENTI CHE, PER EVITARE L’ASSEMBRAMENTO, L’ACCESSO NEL CORTILE DELLA SCUOLA È SUBORDINATO AL MANTENIMENTO DELLA DISTANZA TRA LE PERSONE DI ALMENO 2 M. • PER ACCEDERE ALL’INTERNO DELLA SCUOLA È OBBLIGATORIO INDOSSARE MASCHERINA PROTETTIVA E GUANTI. • IN CASO DELLA PRESENZA DI UN CLIENTE IN SERRA VI PREGHIAMO GENTILMENTE DI ATTENDERE IL VOSTRO TURNO ALL’ESTERNO, SI RINGRAZIA PER LA COMPRENSIONE E PER LA COLLABORAZIONE. • E’ VIETATO L’INGRESSO DI CHI PRESENTA TEMPERATURA CORPOREA SUPERIORE A 37,5 GRADI


DIDATTICA A DISTANZA  REGOLE DA OSSERVARE DA PARTE DEGLI STUDENTI

DIDATTICA A DISTANZA - REGOLE DA OSSERVARE DA PARTE DEGLI STUDENTI

Oggetto: DIDATTICA A DISTANZA - REGOLE DA OSSERVARE DA PARTE DEGLI STUDENTI   L’attività didattica di questi giorni, pur svolgendosi in modo nuovo e in una situazione di emergenza, è a tutti gli effetti attività scolastica. Come tale, richiede lo stesso impegno e lo stesso rispetto delle regole dei tempi “normali”.    Vi sono alcune regole riguardanti in modo specifico le lezioni on line. La mancata osservanza di esse ha rilevanza disciplinare e, in qualche caso, penale. Di seguito se ne elencano 5 (altre saranno rese note con successive comunicazioni):   Si accede alle lezioni on line solo con il proprio nome o con generalità direttamente riconducibili al proprio nome, come, ad es., l’account di un genitore; chi fornisce un nome falso viene individuato comunque attraverso l’indirizzo IP e può essere denunciato alla Polizia Postale. È vietato fare foto e/o video di insegnanti o compagni durante le lezioni on line e diffonderli in rete sui canali social o altri canali, cosa che costituisce reato passibile di denuncia nonché gravissima infrazione disciplinare che comporta la sospensione fino alla perdita dell’anno scolastico. I materiali didattici condivisi dagli insegnanti sono ad uso strettamente personale e non possono essere diffusi o dati a terzi. Negli interventi orali o in chat durante le lezioni on line deve essere sempre usato un linguaggio consono e rispettoso di sé, degli altri e dell’ambiente scolastico. È da evitare che vengano ripresi dalla propria web camera altre persone, minori o familiari per evidenti ragioni di privacy.   Si comunica inoltre l’opportunità di attivazione gratuita di giga messa a disposizione dalle principali aziende del settore. Si allega un link tratto direttamente dalla pagina del ministero dove si trovano dettagliate tutte le offerte disponibili e le relative modalità di attivazione: https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/                                                                                                   Il Dirigente Scolastico                                                                                       Prof. Francesco Rossignoli                                                                                

BORSA DI STUDIO as 20192020

BORSA DI STUDIO a.s. 2019-2020

SCADENZA DOMANDA PER I RICHIEDENTI - 3 LUGLIO 2020 ORE 12:00

FAI LA TUA PARTE  OSSERVA QUESTE REGOLE

FAI LA TUA PARTE - OSSERVA QUESTE REGOLE

Tutta l’Italia è diventata zona protetta con il dpcm sottoscritto la sera del 9 marzo dal presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, che ha esteso le misure restrittive già applicate per la Lombardia e le 14 province del nord più colpite dal contagio di coronavirus a tutto il territorio nazionale. Il nuovo avrà efficacia fino al 3 aprile. Tra le principali novità: limita gli spostamenti delle persone, blocca le manifestazioni sportive, sospende in tutto il Paese l'attività didattica nelle scuole e nelle università fino al 3 aprile.     A tutti i cittadini è richiesto di:   uscire di casa solo per esigenze lavorative, motivi di salute e necessità. Ove richiesto, queste esigenze vanno attestate mediante autodichiarazione, che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia o scaricati da Internet. Una falsa dichiarazione è un reato. Leggi la direttiva del Ministro dell'Interno ai Prefetti e scarica il modulo di autocertificazione evitare ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro si raccomanda di limitare, ove possibile, gli spostamenti delle persone fisiche ai casi strettamente necessari ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e di limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante chiunque, a partire dal quattordicesimo giorno antecedente la data di pubblicazione del DPCM 8 marzo, abbia fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall'Organizzazione mondiale della sanità, deve comunicare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente per territorio nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta le persone per le quali la Dipartimento di prevenzione dellla Asl accerta la necessità di avviare la sorveglianza sanitaria e l'isolamento fiduciario devono: mantenere lo stato di isolamento per quattordici giorni dall'ultima esposizione divieto di contatti sociali divieto di spostamenti e viaggi obbligo di  rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza. in caso di comparsa di sintomi la persona in sorveglianza deve: avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta e l'operatore di Sanità Pubblica; indossare la mascherina chirurgica fornita all'avvio della sorveglianza sanitaria e allontanarsi dagli altri conviventi; rimanere nella propria stanza con la porta chiusa garantendo un'adeguata ventilazione naturale, in attesa del trasferimento in ospedale, ove necessario.


Chi Siamo

Chi Siamo

L’Istituto di Istruzione Superiore “Stefani – Bentegodi” è costituito da 5 sedi dislocate nel territorio della provincia di Verona: la sede centrale è a Isola della Scala, le altre a Buttapietra, Caldiero, San Pietro In Cariano e Villafranca di Verona. Gli studenti in totale sono oltre 1.750 così ripartiti nell’anno scolastico 2018/2019: Isola della Scala 301, Caldiero 388, Buttapietra 460, San Pietro In Cariano 474 e Villafranca 134. L’Istituto “Stefani-Bentegodi” è nella Provincia di Verona il polo di riferimento per l’istruzione superiore di indirizzo agrario sia tecnica che professionale. Ha i caratteri di una comunità di pratiche didattiche professionalizzanti, conseguenza delle tappe storiche che hanno portato alla sua nascita e al suo sviluppo. Opera in stretto rapporto con gli enti locali e con le filiere produttive che, nella loro complessa articolazione, abbracciano i settori primario, secondario e terziario dell’economia veronese.

Dove Siamo

Dove Siamo

Cliccare sulla sede di interesse. 

PTOF

P.T.O.F.

Piano Triennale dell'Offerta Formativa  Il Piano triennale dell’Offerta Formativa, di seguito chiamato PTOF, si può definire come l’insieme delle scelte culturali, educative ed organizzative che caratterizzano una scuola e che ne definiscono l’identità. Rappresenta il primo e fondamentale strumento dell’azione educativa con il quale la scuola, muovendo dai bisogni e dalle aspettative degli utenti e tenendo conto delle risorse isponibili, intende perseguire i suoi obiettivi in ordine alla formazione personale, sociale e culturale degli alunni. Premessa Il Piano è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale della istituzione scolastica ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che la singola scuola adotta nell’ambito della sua autonomia. Riflette le esigenze del contesto culturale, sociale ed economico della realtà locale, tenendo conto della programmazione territoriale dell’offerta formativa. È elaborato dal Collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal Dirigente scolastico. È approvato dal Consiglio di istituto (Legge 107/2015 art.1 comma 14). Principi ispiratori e riferimenti normativi Il nostro PTOF si ispira ai seguenti articoli della Costituzione: art.3: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di lingua, di razza, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali";art. 33 "L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento"; art. 34 "La scuola è aperta a tutti". L'Istituto recepisce inoltre i documenti provenienti dal Ministero della Pubblica Istruzione e ad essi si riferisce anche per quanto non esplicitamente dichiarato nel P.T.O.F. Scopi e finalità Il PTOF assume come proprie le finalità di fissare i principi generali dell’azione educativa garantendo criteri di unitarietà formativa tra le diverse scuole dell’Istituto; delineare la fisionomia, l’identità pedagogica, culturale ed organizzativa dell’Istituto; fornire un adeguato quadro di riferimento per il confronto ed il coordinamento con le altre istituzioni; rappresentare la premessa indispensabile per la progettazione didattica. Ambito di elaborazione Il PTOF è il risultato di un percorso di riflessione e progettazione che gli operatori e le altre componenti della scuola effettuano con l’intento di interpretare i bisogni formativi degli alunni e del contesto socio-culturale. Per raggiungere gli obiettivi indicati sono state pianificate le seguenti linee d’azione e attività: definizione e aggiornamento annulae del PTOF; approvazione del PTOF da parte del Collegio dei Docenti e del Consiglio d’Istituto; assegnazione delle risorse necessarie per la realizzazione dell’offerta formativa; comunicazione ed illustrazione del PtOF al personale ATA, alle famiglie, agli Enti Locali ed alle Istituzioni presenti sul territorio; realizzazione e coordinamento delle attività del PTOF; verifica e valutazione del PTOF. Durata e aggiornamenti Il PTOF assume una valenza TRIENNALE e avrà un aggiornamento annuale secondo quanto stabilito della L. 107/2015. Il PTOF intende connotarsi, infine, come progetto flessibile ed aperto alle integrazioni che saranno suggerite nel tempo dalla realtà scolastica, dalle verifiche e valutazioni che saranno effettuate e dalle esigenze di cambiamento che si manifesteranno nell’Istituto. Il presente PTOF è completato da altri documenti significativi elaborati all’interno dell’Istituto e finalizzati alla progettazione educativa e didattica,  all’indicazione delle norme organizzative ed alla definizione dei criteri di buon funzionamento delle scuole.  



LO STEFANIBENTEGODI E SU INSTAGRAM

LO STEFANI-BENTEGODI E' SU INSTAGRAM!

Follower, follower, follower....

I nostri video!


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.